Login



as santos basket trieste1equipaggio staff adsfotodrone1moretti equipaggioprenotazione donazionepromoestateqgoo1936web2web3

Posizione bus navetta

Prossimi eventi

Nessun evento

Il Pellicano

screen shot pell 65

West Nile Virus - 2017

Il virus del Nilo Occidentale (conosciuto con la denominazione inglese di West Nile Virus) è un Arbovirus che solo accidentalmente può infettare l’uomo. L’infezione umana è in oltre l’80% dei casi asintomatica; nel restante 20% dei casi i sintomi sono quelli di una sindrome pseudo-influenzale. Nell’ 0,1% di tutti i casi (comprensivi dei sintomatici ed asintomatici), l’infezione virale può provocare sintomatologia neurologica del tipo meningite, meningo-encefalite.

ADS Informa

Ogni anno il 14 giugno i paesi nel mondo, su impulso dell’Oms, celebrano il World Blood Donor Day. L’evento serve a ringraziare i donatori volontari e non remunerati per il loro ‘regalo salvavita’, e per far crescere la consapevolezza della necessità di donazioni di sangue regolari per assicurare la qualità, la sicurezza e la disponibilità del sangue e dei prodotti derivati per i pazienti che ne hanno bisogno- (Centro Nazionale Sangue).

 

L’Associazione Donatori Sangue di Trieste sostiene la campagna internazionale che quest’anno pone il focus sui giovani sottolineando “i fondamentali valori dell’altruismo, rispetto, empatia e gentilezza che sono alla base di un sistema di donazioni volontarie e non remunerate.”

 

Il Presidente ADS conferma che -negli ultimi anni stiamo riscontrando molta sensibilità tra gli studenti che incontriamo quasi giornalmente nelle scuole, sia di secondo grado, quindi superiori, ma anche nelle primarie e secondarie di primo grado dove i ragazzi non possono ancora donare, non essendo maggiorenni, ma possono veicolare l’Idea del dono nelle loro famiglie.- Attraverso iniziative sportive e in occasioni delle svariate attività ludiche organizzate dall’ADS, i giovani vengono sempre più coinvolti e sensibilizzati. Alcuni di loro si occupano delle campagne di sensibilizzazione, attraverso banchetti informativi, che nei periodi di carenza sangue aiutano a coinvolgere nuovi donatori per affrontare la difficile sfida del raggiungimento dell’autosufficienza-

 

Dal 31 luglio dello scorso anno è entrato in funzione il nuovo Centro Donatori e Ambulatorio trasfusionale nella nuova sede dell’Ospedale Maggiore che avendo acquisito spazi per l’accettazione infermieristica, per la visita medica finalizzata alla verifica dell’idoneità alla donazione e per la sala prelievi, consente una media di circa 45 donazioni al giorno, mentre sia a Gorizia che a Monfalcone se ne fanno circa 18/20 al giorno.

 

Tuttavia, sono innumerevoli i periodi in cui si soffre della carenza di sangue, uno tra questi è certamente l’estate a causa della partenza per le vacanze dei donatori abituali.

Ed è anche in questo periodo che si riscontra la carenza di donatori di gruppo A- e 0-: quest’ultimo è molto richiesto poiché viene utilizzato in alcune circostanze urgenti in cui non c’è tempo per determinare il gruppo del paziente.

E se tra gli obiettivi del Dipartimento di Medicina Trasfusionale Giuliano-Isontino guidato dal Direttore Luca Mascaretti c’è la volontà di poter investire più risorse in tema di ricerca e sviluppo nonostante esse siano limitate (attualmente a Palmanova, il Centro Regionale di Produzione Emocomponenti sta lavorando ad una tecnica di inattivazione dei patogeni, per rendere il sangue da trasfondere ancora più sicuro.)

Tra gli obiettivi dell’associazione permane la volontà di colmare il fabbisogno di richieste proveniente dai molti reparti ospedalieri rintracciando sempre nuovi donatori che godano di un buono stato di salute e rispondano ai criteri necessari per donare sangue.

Per questa ragione l’ADS mette a disposizione i suoi numeri 0403721981, 040764920 e 3348045190 per accogliere e informare tutti coloro che vogliano avvicinarsi alla donazione di sangue e prenotare una donazione al Centro Trasfusionale dell’Ospedale Maggiore.  

Si invitano i donatori del gruppo AB a donare plasma!

 


 




 
Sebbene la Grecia non sia “Zona endemica” per la malaria, alcune sue Regioni sono da considerarsi a rischio. Nel succitato documento si evidenza il potenziale rischio associato alla donazione di sangue ed emocomponenti legato ai viaggiatori di ritorno dalle aree della Grecia - See more at: http://www.centronazionalesangue.it/notizie/sorveglianza-malaria#sthash.XVqqBdNi.dpufComunicato Stampa

 

Nell’ambito delle misure preventive per la sicurezza trasfusionale, si suggerisce di mantenere in essere la sorveglianza anamnestica per i viaggi nelle aree interessate (Prefettura di Trikala, Prefettura di Karditsa, Prefettura di Lakonia, Prefettura di Viotia, Prefettura di Larissa, Prefettura dell'Attica Orientale, in nero nella figura in alto) e limitatamente ai donatori con anamnesi positiva:

  • di sensibilizzare il donatore nel comunicare al Servizio trasfusionale di riferimento la comparsa di febbre di origine sconosciuta successiva alla donazione;
  • di applicare il criterio di sospensione temporanea per 6 mesi qualora non sia possibile l’esecuzione dello specifico test.

Tali indicazioni saranno rivalutate alla luce dell’evoluzione della situazione epidemiologica.

- See more at: http://www.centronazionalesangue.it/notizie/sorveglianza-malaria-000#sthash.vAp96xGr.dp

 

Newsletter

Facebook